Paccheri ripieni di Robiola e Tartufo
PACCHERI RIPIENI DI ROBIOLA E TARTUFO

Paccheri ripieni di Robiola e Tartufo

I paccheri

Questo proposto nella gamma della pasta Masilicò è un formato particolare, originale e divertente da cucinare e poi presentare agli ospiti.

Anche il nome ha in sé qualcosa che strappa un sorriso.
Infatti il nome “paccheri”, nella tradizione italiana, ricorda la “pacca”, uno schiaffo amichevole dato a mano aperta per salutare o congratularsi con qualcuno.
L’origine del termine deriva dal greco, “pas” che significa tutto e ”keir” che significa mano, quindi letteralmente “tutta la mano”, “a mano piena”.

Tutti i formati di pasta Masilicò sono realizzati secondo i canoni delle ricette più antiche.
Viene selezionato il grano migliore, la pasta viene trafilata a bronzo per mantenere quella porosità e naturalezza necessarie a poterne assaporare il condimento e poi viene lentamente essiccata.

Ecco che con tutti questi accorgimenti, il pacchero diventa un fondamentale di primi piatti, realizzati con ingredienti diversi a seconda delle regioni, personalizzandoli così a seconda delle varie comunità, nel rispetto di quella brillante intuizione di Ludwig Feuerbach:
“l’uomo è ciò che mangia”!

La ricetta

Ingredienti

  • 1 confezione di paccheri Masilicò
  • 200 g di ricotta vaccina
  • 400 g di robiola al tartufo (o robiola e tartufo a piacere)
  • parmigiano reggiano in scaglie
  • olio extravergine di oliva Masilicò
  • ½ cucchiaino di polvere di timo Masilicò
  • Qb di sale e pepe
  • 500 ml di besciamella
  • 100 ml di latte
  • 100 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • noce moscata

Procedimento

  • Scolate bene la ricotta e la robiola e raccoglierla in una ciotola.
  • Amalgamare con un cucchiaio di legno, aggiungere un pizzico di sale, un giro di pepe e porre il composto in una sacca per pasticcere senza bocchetta.
  • Cuocere i paccheri in acqua bollente e salata per il tempo necessario.
  • Scolarli al dente e sistemarli in una teglia di alluminio unta con un filo d’olio su cui possano stare ben distanziati.
  • Riempirli uno per volta con il ripieno alla robiola e rimetterli nella teglia.
  • Coprire la teglia con un foglio di alluminio e porlo a cuocere in forno ben caldo, a 150°C.
  • Raccogliere la besciamella e il latte in un pentolino e scaldare il composto, senza che arrivi a bollore.
  • Togliere dal fuoco, aggiungere il parmigiano, un pizzico di noce moscata e riportare su fuoco, tenuto bassissimo, amalgamando con una frusta fino a completo scioglimento.
  • Correggere di sale sistemare un velo di salsa nei piatti su cui posizionare i paccheri.
  • Coprirli con 2 o 3 cucchiaini di crema, spolverizzare con polvere di timo, scaglie di parmigiano, un filo di olio a crudo e una spolverata di pepe.

Prova la ricetta con i nostri prodotti

Lascia un commento

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.