01 Apr 2020

Il miele di castagno – Blog Masilicò

Il miele di castagno – Blog Masilicò

Buongiorno e bentornati nel Blog di Masilicò.

Il miele di castagno è un prodotto tipico del Cilento, ci piace parlarvene nel nuovo articolo Blog Masilicò. Questa prelibatezza è spesso usata in cucina e molto diffusa sulle nostre tavole. Lo contraddistingue un sapore molto particolare e deciso.


È ricco di proprietà benefiche che lo rendono un vero e proprio toccasana per la nostra salute.
Come ci suggerisce il nome stesso, questo miele viene prodotto a partire dal nettare dei fiori della pianta del castagno.

Un albero la cui altezza varia dai 10 ai 30 metri, molto longevo e di cui fiori sbocciano nel mese di giugno-luglio.

È molto diffuso nel Portogallo e nella Spagna del nord, in Francia, in Italia lungo l’arco alpino e appenninico, in alcune zone dei Balcani, in Grecia e nella Turchia settentrionale, costeggiando tutto il Mar Nero ed estendendosi fino alla regione del Caucaso.

Presenza molto importante nell’Europa meridionale, fin dall’antichità ha ricoperto un ruolo centrale per gli abitanti di quei territori, che lo sfruttavano sia per il legname sia per il suoi semi, da cui si ricava una farina che per molto tempo è stata una preziosa fonte di sostentamento per le popolazioni rurali.

Ad oggi, non ricopre più un ruolo economico di così grande importanza, ma rimane comunque una risorsa molto preziosa.

Dai fiori di questa pianta, le api ricavano un miele molto speciale.
Il colore è un marrone molto intenso, che a volte risulta tendente al nero.
L’odore viene spesso descritto come acre, pungente, molto deciso e molto forte.
Il gusto rispecchia il suo profumo e viene spesso definito amarognolo e incisivo.
La dolcezza, quindi, non è proprio il suo tratto distintivo: per questo motivo può non essere indicato come dolcificante di cibi e bevande, anche se molto più spesso viene ricercato proprio per questa sua caratteristica.
È un miele piuttosto liquido, che difficilmente cristallizza.


Quali sono i suoi benefici?
Grazie alla presenza di flavonoidi e polifenoli, è un alimento dagli interessanti effetti antiossidanti. Più un miele è scuro, più la sua azione antiossidante è considerevole. Per questo motivo è molto utile per combattere gli effetti negativi che i radicali liberi hanno sul nostro organismo.


Inoltre, è un miele molto ricco di sali minerali, come potassio, ferro, calcio, magnesio, sodio e manganese. Vanta anche una buona concentrazione di polline, fonte di proteine. Per questo motivo, è una utilissima risorsa di energia per sportivi, bambini, anziani e per chi è in uno stato di convalescenza.

Il miele di castagno è un potente anti-infiammatorio e anti-batterico. Secondo alcuni studi, aiuta a contrastare batteri come lo Stafilococco aureo e l’Eschelichia coli.


La sua assunzione viene anche consigliata per trattare le ulcere poiché ne velocizza la guarigione e ostacola l’insorgere di infezioni.
È anche utilizzato in caso di infezioni respiratorie, tosse, mal di gola e raffreddamenti.


Per poter godere appieno di tutti questi benefici, però, è necessario ricordarsi che il miele che si sceglie deve essere grezzo, non sottoposto a nessun tipo di adulterazione o lavorazione industriale che ne modifichi le caratteristiche, come quello di Masilicò.

Molto spesso, infatti, per incontrare le esigenze della grande distribuzione si sottopone il miele a particolari procedure come la pastorizzazione, che, tuttavia, priva il prodotto di tutte le sue proprietà benefiche.

Per questo la scelta di cosa consumare sta diventando sempre più importante.
Il miele di castagno è anche molto apprezzato in ambito cosmetico e culinario.

Grazie alle sue proprietà nutrienti e lenitive, viene spesso usato come ingrediente in maschera per pelle e capelli, mentre viene molto apprezzato abbinato a formaggi molto stagionati, ad arrosti di maiale o carne bianca.


Vi consigliamo quindi vivamente il suo utilizzo