14 Ott 2020

Pasta e dieta mediterranea: storia e segreti

Pasta e dieta mediterranea: storia e segreti

Mediterraneo, il “mare nostrum” degli antichi romani, significa “in centro alle terre”, e lambisce regioni che sono state la culla delle più antiche civiltà.

Nel corso dei secoli tutta la cultura, le tradizioni e i costumi di queste popolazioni sono state tramandate fino ai nostri giorni sotto forma di “modo di vivere”. La parola dieta infatti deriva dal greco dìata che significa regime, stile, tenore di vita. 

Diventa quindi infondato attribuire una accezione negativa a questa parola. 

Quella mediterranea è dunque un’alimentazione sana, equilibrata, che dona benessere al corpo e che ha come punto focale la pasta. 

La pasta

Anche il nome pasta è di origine greca, e significava: “farina mescolata con acqua e sale, in salsa”. 

Già nel Medioevo si trovano tracce delle prime botteghe della pasta. 

Masilicò nei suoi formati tradizionali, quali calamarata, fusilloni, paccheri, rigatoni e spaghettoni, ha mantenuto i canoni basilari della buona pasta italiana: farina di semola ricavata dal miglior grano, miscelata ad acqua, trafilatura a bronzo che mantiene la giusta porosità ed una lenta ed accurata essiccazione.

La pasta è al centro

L’aggregazione conviviale ha un gusto speciale se al centro si pone un buon piatto di pasta!

A seconda delle regioni cambiano i formati ed i condimenti, ma restano invariati il calore ed il senso di famiglia. 

Nella dieta mediterranea la pasta è salutare, poiché in modo gustoso, ci aiuta a sintetizzare serotonina e melatonina. Il nostro corpo, assorbendo uno degli aminoacidi essenziali, si rilassa grazie alla pasta, eliminando lo stress e facilitando il sonno. 

Capovolgendo teorie datate, studi recenti in soggetti obesi hanno dimostrato che, inserita in una dieta ipocalorica, la pasta porta al dimagrimento.

In questa dieta, il rapporto tra la quantità di calorie ed il bisogno energetico soggettivo è fondamentale per mantenere il giusto equilibrio metabolico e, di conseguenza, il peso corporeo. 

Le mani in pasta… 

L’abbinamento più diffuso in cucina è quello di pasta, pomodoro, basilico e olio extravergine. Masilicò fornisce tutti questi ingredienti, lavorati con cura e passione. Dall’olio extra vergine del Cilento D. O. P. dal sapore vellutato e piccante, ai pomodorini Corbarino o giallo conservati in sugo fresco. 

Nella dieta mediterranea la pasta si sposa molto bene con qualsiasi alimento di origine vegetale, il pesce, la carne bianca e rossa e i formaggi, dando vita a fantastici e gustosi piatti unici.

Curiosità 

La dieta mediterranea nel 2010 è stata dichiarata dall’UNESCO “Patrimonio immateriale dell’ umanità”, proprio perché, tra tutte, questa è la dieta più equilibrata, completa e sana.