11 Feb 2020

“Sciurilli e cucuzzielli”, il nuovo articolo del Blog!

“Sciurilli e cucuzzielli”, il nuovo articolo del Blog!
Oggi vi presentiamo un omaggio agli Sciurilli e Cucuzielli, al secolo zucchine e fiori di zucca.
Verdure povere che nel corso degli anni sono state rivalutate, e, oggigiorno, cercate e valorizzate partendo da coltivazioni selezionate.
E’ possibile, grazie a questi appetitosi prodotti, portare sulle nostre tavole eccellenze della nostra dieta mediterranea.
Questo è l’argomento del nostro nuovo articolo del Blog!
Di cosa parliamo nello specifico? Cosa sono nella nostra tradizione alimentare i Sciurilli e i cucuzielli?
Sembra complesso ma in realtà è più semplice di ciò che pensiamo! Allora, se volete, eccovi una descrizione, in attesa dell’acquolina di voi lettori!!!
I fiori di zucca appartengono sono leggeri e possono essere accompagnati da una vasta serie di condimenti.
A coloro che non hanno mai avuto il piacere di gustare i fiori di zucca e zucchina, potrebbe sembrare strano dover mangiare i fiori della pianta anziché il frutto, le foglie o il fusto. In realtà, facciamo la stessa cosa con molti altri ortaggi; tra i fiori commestibili di maggior consumo ricordiamo: carciofi, cavolfiori, broccoli, cime di rapa ecc.
Entrambi sono il prodotto di piante appartenenti alla famiglia Curcubitacee e al Genere Cucurbita; le Specie di zucca sono molto numerose ma, in Italia, i fiori si ricavano prevalentemente dalla moschata (zucca violina) e dalla maxima.
Zucche e zucchine sono vegetali comunemente seminati o trapiantati a livello casalingo; rispetto alla zucca, la zucchina necessita qualche accorgimento in più. E’ fondamentale che il terreno sia ben lavorato, drenante, ricco di azoto e mai privo di calcio, fosforo, potassio; la zucca “si accontenta” di un terreno meno ricco ma la sua capacità d’assorbimento lo impoverisce ulteriormente.
Per entrambe, l’irrigazione deve essere costante e sistematica, una volta al giorno nei mesi estivi e anche due in agosto; l’acqua, però, non deve mai bagnare le foglie o ristagnare al suolo. La collocazione delle piante è fondamentale; si richiedono una totale esposizione solare per le zucche e quasi totale per le zucchine (a seconda del clima). Per evitare il contagio da funghi e muffe (prevalentemente oidio e peronospora), è determinante garantire il circolo d’aria e, per la zucchina, mantenere una certa distanza tra le piante. Mentre la zucchina cresce a cespuglio ed occupa uno spazio relativo, la zucca, essendo rampicante, si espande in maniera quasi infestante.
Sia la zucca che la zucchina producono fiori maschili e femminili; presentano entrambi un colore giallo vivo e da aperti hanno una tipica forma “a stella”. I fiori maschili sono riconoscibili in quanto si distaccano, con un lungo stelo, direttamente dal fusto della pianta; il loro pistillo è sottile e ricco di polline. Quelli femminili sono attaccati al vertice del frutto ed hanno un pistillo più corto e carnoso.
Si consiglia di utilizzare solo quelli maschili.
I fiori di zucca sono verdure  poco caloriche ma strabilianti in termini di contenuto in ferro (ovviamente, rispetto al gruppo alimentare di appartenenza) In merito alle vitamine, è decisamente apprezzabile il contenuto in carotenoidi (retinolo equivalenti – vit. A)
Dopo aver illustrato le caratteristiche e qualità del prodotto possiamo consigliarvi quello di nostra produzione, che riteniamo possa essere un meraviglioso compagno nelle vostre ricette e dispense domestiche.
Il valore aggiunto è la cura nella selezione del miglior prodotto e la dedizione nella sua lavorazione. Per il resto, ci affidiamo alla vostra creatività nella realizzazione di succulente ricette!
Al prossimo articolo e buon appetito!!